News

Contro un’amministrazione superficiale e disinteressata

Dalla parte delle associazioni di Magenta

Comunicato Stampa del Partito Democratico di Magenta

Il segretario del Partito Democratico di Magenta, Matteo Di Gregorio, interviene sulla recente decisione del Sindaco Luca Del Gobbo di non concedere più gli spazi pubblici alle associazioni del territorio. Una scelta che ha generato notevoli disagi, soprattutto perché arrivata in ritardo quando molte associazioni avevano già organizzato le tante attività per l’estate 2024.

“Ormai in città non si parla d’altro che della scelta del Sindaco Luca Del Gobbo di non concedere più gli spazi pubblici, in particolare la nostra tensostruttura a tutte le associazioni del territorio in assenza di una relazione tecnica asseverata e la presentazione della SCIA. Un sindaco che dopo aver tanto sbandierato il concetto di sussidiarietà, ora sembra essersi e dimenticato completamente di cosa vuol dire supportare il mondo dell’ associazionismo ” dichiara Di Gregorio.

“Noi ribadiamo che non siamo assolutamente contrari alla corretta applicazione delle leggi, anzi, finalmente vediamo qualcosa che assomiglia ad un’amministrazione consapevole dell’importanza delle regole. Tuttavia, ciò che riteniamo profondamente sbagliato é la totale mancanza di rispetto per il lavoro instancabile delle associazioni e dei cittadini che, nonostante tutto, si impegnano ogni anno per arricchire la nostra comunità con iniziative di valore.”

Infatti, è notizia di questi giorni che molte associazioni questa estate si sposteranno verso città come quella di Marcallo per organizzare eventi che negli anni si sono sempre tenuti nella nostra tensostruttura. Uno spazio pubblico che dopo la recente decisione rimarrà sostanzialmente vuoto per tutta l’estate 2024” – continua Di Gregorio – “Parliamo di associazioni importanti come La Croce Bianca, Musik factory, i ragazzi di Magenta, che da anni animano la nostra città con eventi in grado di attirare centinaia di persone e che ora si trovano di fronte a incombenti burocratici improvvisi ed enormi spese, senza che l’amministrazione abbia pensato a soluzioni alternative per evitare tali disagi. Perchè rispettare le leggi è doveroso, ma le nuove richieste del Comune comporteranno costi che non tutte le associazioni sono in grado sostenere”
Ma quel che fa ancor più rabbia è sentire il Comune dire che non ci sono più soldi, e poi spendere più di 15.000 euro per andare a Lugano ed alla borsa internazionale del turismo (BIT), risorse che si sarebbero davvero potute utilizzare a favore delle nostre associazioni.
Ma oramai è chiaro quale sia il modello di sussidiarietà che il nostro Sindaco intende attuare. Un modello nella quale le associazioni si danno da fare mentre il Comune si prende i meriti senza nemmeno collaborare.” – afferma Di Gregorio.

Ed in tutto questo come Partito Democratico di Magenta non resteremo di certo a guardare. Infatti in questi giorni presenteremo un’interrogazione per scoprire le ragioni di tanta superficialità e disinteresse da parte dell’Amministrazione e per provare a capire se quanto meno siano state previste soluzioni alternative.
Noi crediamo che, nonostante le regole, ci sia la possibilità di dare una mano concreta alle associazioni a partire dalla creazione di uno sportello dedicato alle associazione dove mettere a disposizione anche dei professionisti del settore o provare ad introdurre contributi specifici per coprire almeno le spese burocratiche”- conclude Di Gregorio.
“Su questo non arretreremo di un millimetro e siamo disposti a scendere in piazza se sarà necessario. Perché l’inerzia è la poca voglia di governare el del Sindaco Del Gobbo sta davvero mettendo a rischio il futuro della nostra città. Un rischio concreto che tra qualche anno Magenta sia stata trasformata in una perfetta città dormitorio.
La nostra città non può e non deve rimanere ostaggio di un’Amministrazione tanto brava a fare campagna elettorale, ma molto meno a governare.”

Matteo Di Gregorio
Segretario del Partito Democratico di Magenta

Tags:

Con la salute non si scherza!

Con la salute non si scherza!

Domenica 19 maggio dalle ore 9 alle 12:30 saremo in Piazza Liberazione a Magenta per la raccolta firme sulla sanità pubblica

Qui trovi la proposta di legge di iniziativa popolare sulla sanità promossa dal Gruppo PD Lombardia: https://conlasalutenonsischerza.it/

Una proposta di legge di iniziativa popolare per una nuova sanità lombarda: un piano che tuteli i diritti (calpestati) alle cure e alla salute e che risponda ai bisogni inascoltati dei cittadini.

E’ necessario un documento d’identità per poter firmare.
Con noi ci saranno i candidati alle elezioni europee, Patrizia Toia già Vicepresidente della commissione industria, ricerca ed energia e Brando Benifei capo delegazione del Partito Democratico al parlamento europeo, per confrontarsi sulle tante proposte portare avanti per un’Europa democratica solidale, più verde e più giusta.
Sarà anche l’occasione per tutti gli iscritti di ritirare la tessera 2024, mentre per i simpatizzanti sarà l’occasione di dare un sostegno più convinto iscrivendosi.
Vieni a trovarci!

Ciao Armanda

Una compagna e donna straordinaria.
Come lei poche, un esempio, per tutti.

Un giorno triste per Magenta e per la nostra comunità.

Nel 2017 avevamo girato queste breve video che racconta la sua vita di lotta e impegno.

Una “nonna politica” per tanti di noi che si sono avvicinati al partito negli ultimi anni.

Alla famiglia, a tutti i parenti ed alla comunità del nostro Partito Democratico giungano le nostre più sentite condoglianze.

Tags:

Elezioni Europee 8 e 9 giugno

Comuni al voto

Ricordiamo che l’8 e 9 giugno andranno al voto i Comuni di Arluno, Robecco sul Naviglio, Boffalora, Santo Stefano Ticino, Ossona, Marcallo con Casone, Mesero. Anche se non sono presenti liste del Partito Democratico, possiamo però dire che il centrosinistra è comunque rappresentato con candidature nelle diverse liste civiche del territorio, come Alfio Colombo candidato sindaco di Arluno e Furio Audino candidato sindaco di Santo Stefano Ticino.

Elezioni Europee

Per le elezioni europee potete trovare a questo link i nominativi delle candidate e candidati europee 8-9 giugno del Partito Democratico per la nostra zona (nord ovest).

Inoltre il Comune di Magenta è alla ricerca di scrutatori e presidenti di seggio, se interessati e siete già iscritti all’albo potrete privatamente inviarci il vostro nominativo che faremo avere alla commissione elettorale.

Conosciamoli meglio: abbiamo realizzato a Magenta un primo incontro il 21 aprile con Pierfrancesco Maran, Assessore alla Casa e Piano Quartieri del Comune di Milano, per parlare di inquinamento, salute e mobilità.

Prossimi incontri:

Buon Primo Maggio

In Italia c’è una enorme questione salariale.
Da qui bisogna partire quando si parla di lavoro nel nostro Paese. Non servono bonus e spot elettorali, da parte di una destra al Governo che non vuole nemmeno sentir parlare di salario minimo.

Facciano i conti con la realtà: nei tanti Paesi in cui esiste ha combattuto l’inflazione, ha dato una spinta positiva alla contrattazione e ha ridotto il gap salariale fra uomini e donne.

Cosa aspettiamo ancora? Noi non ci arrendiamo. Il Partito Democratico, insieme alle altre opposizioni, ha appena depositato una legge di iniziativa popolare per il salario minimo. Raccoglieremo firme online e ai banchetti. Perché sotto i 9 euro non ė lavoro, è sfruttamento.
Buon primo maggio di lotta a tutti i lavoratori e le lavoratrici.

Tags:

25 Aprile a Milano con la Segretaria Schlein

Il 25 Aprile per la Difesa della Costituzione.

Elly Schlein, segretaria del Partito Democratico, ha dichiarato in un’intervista a Il Manifesto il sostegno e la partecipazione del PD alla manifestazione nazionale del 25 aprile a Milano. Questo evento, fondamentale per la Repubblica Italiana, ha suscitato un forte appello da parte della Schlein e del manifesto stesso, evidenziando l’importanza della partecipazione di tutti i cittadini.

La storia non si riscrive

Una delle principali preoccupazioni riguarda la tenuta della Costituzione repubblicana. Schlein ha sottolineato l’importanza di preservare la memoria collettiva e contrastare qualsiasi tentativo di riscrivere la storia. In particolare, ha citato la censura Rai su un monologo di Antonio Scurati su Matteotti e l’antifascismo come esempio della gravità delle sfide affrontate.

La migliore risposta ai nostalgici

La partecipazione alla manifestazione del 25 aprile è vista non solo come un momento di celebrazione, ma anche come un’opportunità per ribadire l’impegno nel difendere la Costituzione, inclusi gli aspetti ancora non pienamente attuati come il tema delle diseguaglianze sociali.
Schlein ha enfatizzato che una grande piazza a Milano sarebbe la migliore risposta ai nostalgici, dimostrando il sostegno diffuso alla causa.

Il programma delle celebrazioni che si terranno a Milano è consultabile sul sito del Comune di Milano.

ORA E SEMPRE, RESISTENZA

Aumento delle tariffe scolastiche a Magenta

Volantini del Partito Democratico di Magenta contro aumento tariffe scolastiche Magenta

Un aumento delle tariffe che sconcerta

Dal prossimo settembre, molte famiglie di Magenta potrebbero trovarsi di fronte a una nuova sfida economica: l’aumento delle tariffe scolastiche. Questa decisione, annunciata dall’amministrazione Del Gobbo, ha suscitato reazioni di incredulità e sgomento tra i genitori di molti studenti.

Durante un recente volantinaggio davanti alle scuole coinvolte dall’aumento, abbiamo potuto leggere sul volto dei genitori la preoccupazione per questa misura e per le conseguenze che potrebbe avere sulle loro finanze familiari.

Un aumento che a tutti gli effetti, ha più i contorni di una vera e propria stangata, nei confronti delle famiglie di Magenta.

Calcola quanto ti costerà mandare a scuola i tuoi figli a Magenta

volantino aumento tariffe scolatistiche MagentaIl Partito Democratico ha messo a disposizione su questo sito, un calcolatore per permettere a tutte le famiglie di conoscere il totale degli aumenti che, purtroppo dovrà sobborcarsi.

“Un consiglio: prima di calcolare l’aumento, sedetevi !”

A meno che, l’amministrazione Del Gobbo non faccia dietrofront ed accolga le nostre proposte.

Proposte di buon senso che danno, sicuramente, priorità alle vere esigenze dei cittadini di Magenta.

La proposta del Partito Democratico per aiutare le famiglie

Tuttavia, più che limitarci a constatare il disagio, abbiamo deciso di agire. Abbiamo proposto all’amministrazione Del Gobbo di considerare seriamente l’adozione di misure di sostegno per le famiglie che potrebbero trovarsi in difficoltà a causa dell’aumento delle tariffe. Riteniamo che sia fondamentale che l’amministrazione ascolti le esigenze dei cittadini e ponga al centro delle proprie priorità il benessere delle famiglie e degli studenti.

Calcola sul nostro sito quanto ti costeranno gli aumenti delle tariffe

In particolare, il Partito Democratico ha suggerito di evitare di utilizzare risorse per attività di marketing ( la nostra battaglia per ridurre le spese) e di concentrare gli sforzi nell’offrire un aiuto concreto alle famiglie che non possono sostenere le spese aggiuntive.

La nostra speranza è che l’amministrazione Del Gobbo ascolti le nostre proposte e agisca di conseguenza, dimostrando sensibilità e attenzione alle esigenze delle famiglie magentine.

Solo attraverso un dialogo costruttivo e un impegno concreto possiamo affrontare insieme le sfide che ci attendono e garantire un futuro migliore per tutti i nostri cittadini.

 

La nostra battaglia per ridurre le spese

In queste settimane siamo stati davanti alle tante scuole della nostra città, non solo per ammirare la vivacità dei nostri ragazzi e delle nostre ragazze, ma soprattutto per portare avanti una battaglia per noi fondamentale: difendere le famiglie dal peso di aumenti improvvisi sui servizi scolastici come mensa, pre e post scuola, e trasporti.

Calcola sul sito quanto ti costeranno gli aumenti delle tariffe

È stato infatti per noi sorprendente scoprire che molti genitori erano all’oscuro di queste previsioni di aumento. Ma ancor più assurdo è stato per loro scoprire che la nostra mozione, volta a ridurre tali aumenti eliminando spese superflue, era stata bocciata dall’amministrazione senza alcuna motivazione.
Una scelta non solo incomprensibile ma oltretutto ideologica considerato il fatto che i soldi CI SONO.

Infatti, mentre le tariffe sui servizi continuano a crescere e la nostra Magenta necessiterebbe sempre più di investimenti in primis per strade e decoro urbano, vediamo risorse dissipate in iniziative di “marketing territoriale” che, sebbene possano avere la loro importanza, non possono precedere il benessere della nostra comunità.

Il sindaco Del Gobbo da inizio mandato ha investito decine di migliaia di euro in queste iniziative, ( l’ultima di pochi giorni fa di circa 5000€ a Lugano in Svizzera), senza forse considerare che promuovere la nostra Magenta dovrebbe significare, prima di tutto, renderla un luogo migliore in cui vivere.

Ma noi non ci arrendiamo! La nostra battaglia per ridurre le spese superflue e destinare più risorse al sociale continuerà senza sosta. Perché ciò che vogliamo è solo che anche a Magenta le famiglie possano sentirsi aiutate e non ostacolate dal Comune, una città dove i nostri ragazzi possano avere i giusti spazi di socialità, e soprattutto dove ognuno di noi possa sentirsi parte di una comunità inclusiva e accogliente.

Calcola sul sito quanto ti costeranno gli aumenti delle tariffe

Costo e calcolo delle tariffe di mensa, trasporto, pre e post scuola 2024 / 2025

Stiamo lavorando affinché il rincaro delle tariffe dei servizi scolastici (mensa, trasporto, pre e post scuola, per primaria e infanzia) previsto dall’Amministrazione del Gobbo a partire da settembre non diventi realtà.

Calcola quanto costa la mensa, il trasporto, il pre e post scuola per i bambini di magenta

Nonostante le tante promesse elettorali del Sindaco Luca del Gobbo a sostegno della “famiglia”, nel giro di soli due anni le le tariffe aumenteranno in media del 50/60%.

Tutto questo senza tenere conto che a Magenta sono sempre più frequenti situazioni di difficoltà e fragilità che necessitano sostegno e attenzione.

Lo scorso consiglio comunale abbiamo provato a dire NO a tutto questo chiedendo un’ introduzione più graduale e una riduzione delle tariffe specificando anche le coperture finanziarie. Ma la nostra mozione non solo è stata bocciata perché “nessuno si sta lamentando” ma gran parte di questi rincari per mensa, trasporto, pre post scuola e merenda, sia per primaria che infanzia, non sono ancora neanche stati comunicati alle famiglie.

Puoi calcolare quanto ti potrebbero costare gli aumenti usando il nostro strumento di calcolo per le tariffe del 2024/2025 di mensa, trasporto, pre e post scuola, per primaria e infanzia usando il link qui sotto.

Calcola quanto costa la mensa, il trasporto, il pre e post scuola per i bambini di magenta

Incontro con Carlo Borghetti sulla sanità lombarda

La salute è un diritto! E ieri sera all’IDEAL Magenta lo abbiamo ribadito con forza, in una serata di confronto e partecipazione sulla sanità lombarda in compagnia del nostro Consigliere Regionale Carlo Borghetti.

Purtroppo chiunque frequenti i nostri ospedali di Magenta e Abbiategrasso è ben consapevole della situazione: lista d’attesa interminabili, reparti privati di medici esperti, pronto soccorsi sempre più affollati e operatori sanitari che fanno turni estenuanti.
Per non dimenticare della mancanza di medici di base e presidi territoriali per i più fragili.
Un sistema sanitario oramai diventato completamente ospedalocentrico e che favorisce sistematicamente il sistema privato a discapito di quello pubblico.
Ma è possibile cambiare tutto questo?
Noi crediamo di si!
Proprio per questo ieri è stata presentata anche qui a Magenta la proposta di legge di iniziativa popolare promossa dal Gruppo PD Lombardia, basata su 4 principi fondamentali per rilanciare il Servizio Socio Sanitario Lombardo pubblico:
1️⃣ Universalità del servizio
2️⃣ Centralità della Prevenzione
3️⃣ Priorità dei Servizi territoriali
4️⃣ Governo pubblico degli erogatori dei servizi, limitando il sistema degli accreditamenti.
🕒 Accorciare i tempi d’attesa per tutti e non solo per chi può permettermelo economicamente è possibile!
La nostra battaglia è solo all’inizio.
Nei prossimi mesi inizieremo una campagna di raccolta firme affinché il diritto alla salute diventi un diritto e non un privilegio!
Qui nei commenti puoi leggere la nostra proposta.

Tags: