Magenta e Sostenibilità

Una Magenta Sostenibile non può rappresentare un’utopia, ma deve essere un obiettivo concreto per dare nuovo slancio alla città, per il benessere di tutte e tutti i magentini. Si tratta di un dovere nei confronti del presente e soprattutto delle nuove generazioni, che sono il futuro della nostra comunità.

E’ con questa consapevolezza che il Parlamento ha scelto, finalmente, di inserire la tutela dell’ambiente tra i principi fondamentali della nostra Costituzione. Il nostro impegno sarà dunque quello di attuare questo principio ogni giorno anche all’interno dell’azione comunale.

Crediamo che solo con il coinvolgimento di tutta la città si possa realmente costruire un futuro urbano più sostenibile, rispettando l’equilibrio del rapporto tra uomo e ambiente, creando nuove opportunità di lavoro e sviluppo.

Una visione che tiene conto delle esigenze emerse durante la pandemia. Infatti, la rigenerazione delle nostre città dipende dalla nostra resilienza e dalla capacità di gestire i nuovi strumenti a disposizione delle amministrazioni pubbliche, a partire dalle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Risorse decisive per la rigenerazione della nostra città e delle sue aree dismesse, per attrarre investimenti e creare servizi
senza consumare suolo. Perché rigenerazione significa soprattutto restituzione alla cittadinanza del bene comune.

Per mantenere questo equilibrio e affrontare l’emergenza climatica è fondamentale considerare il verde come una risorsa e non un costo. Il Parco del Ticino e tutte le aree verdi sono un patrimonio di ossigeno, vivibilità e comunità da difendere e valorizzare.

Allo stesso tempo dobbiamo ripensare il nostro modello di produzione e consumo, per una Magenta circolare attenta alla gestione dell’energia, degli spazi verdi e di tutto ciò che migliori la qualità dell’ambiente. Una transizione ecologica non più rinviabile che
l’Amministrazione deve sostenere ed accompagnare, affinché l’impatto di questi cambiamenti sia sostenibile anche per persone e imprese, promuovendo la produzione efficiente, il riciclo, l’eco-design, le energie e le fonti rinnovabili.

Una città che sceglie di cambiare anche nei movimenti, puntando su una mobilità sempre più dolce ed accessibile ad ogni persona, interconnessa con il tessuto di collegamenti pubblici, per un maggiore benessere ambientale, economico e sociale. In questo processo sarà decisivo rilanciare ASM, riorganizzando i servizi e impostando una strategia capace di coniugare sviluppo sostenibile e crescita dell’azienda sostenibile a beneficio della collettività.

Siamo già in grave ritardo e la politica, anche locale, non può più permettersi di perdere tempo.

Una Magenta Sostenibile è una necessità per la nostra città e per le nostre vite.

Tags: